Cerca
sabato 21 luglio 2018 ..:: Servizi » Calendario Scolastico ::..   Accedi
 Calendario Scolastico 2017 2018
Riduci

La Regione Toscana con la Delibera n. 288 del 27/03/2017 ha approvato il nuovo calendario scolastico per le scuole di ogni ordine e grado che hanno sede nella nostra regione

le attività didattiche nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado avranno inizio il giorno 15 settembre di ciascun a.s. e termineranno, di norma, il giorno 10 giugno di ciascun a.s..

Qualora il 15 sia un sabato o un giorno festivo l’avvio dell’attività slitta al primo giorno lavorativo successivo.

Il termine dell’attività sarà anticipato al primo giorno lavorativo precedente nel caso in cui il 10 giugno cada di giorno festivo, o posticipato, se necessario, al fine di garantire almeno 205 giorni di lezione per attività didattica svolta su 6 giorni settimanali, o 172 giorni, per attività didattica svolta su 5 giorni settimanali


 Calendario Scolastico Regionale 2017-18

Allegato A - linee guida 

Comunicazione ai Dirigenti Scolastici 

 Piano delle attività annuali Istituto Cellini 2017-18

 Estratto dalle note al calendario regionale
Riduci

Ad esclusione della particolarità delle indicazioni per la scuola dell’infanzia, le attività svolte in tutte le istituzioni scolastiche, non possono avviarsi in data precedente al 15 settembre p.v. né terminare in data antecedente al 09 giugno 2018, possono invece terminare in data successiva  nei seguenti casi:

a) nelle classi interessate agli esami di stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di II grado;

b) nelle classi delle istituzioni scolastiche che svolgono percorsi formativi modulari destinati agli adulti;

c) nell’ambito di specifici progetti finalizzati all’educazione degli adulti secondo quanto previsto dalla normativa vigente ed organizzati dalle competenti istituzioni scolastiche;

d) nell’ambito di attività formative integrate tra istruzione e formazione professionale.

Possono iniziare prima del 15 settembre e terminare successivamente al 09 giugno, le attività degli istituti secondari di II grado dove si svolgono attività di alternanza scuola-lavoro. L’anticipo o il posticipo è limitato a dette attività di alternanza scuola-lavoro, e riguarda solo gli studenti direttamente coinvolti in tale tipo di attività, mentre resta fermo l’avvio delle attività didattiche per tutti gli studenti il 15 settembre e il termine non prima del 09 giugno 2018.
 
All’interno del predetto periodo i seguenti giorni hanno carattere di festività:

  • Tutte le domeniche;
  • 1 novembre: Tutti i Santi;
  • 8 dicembre: Immacolata Concezione;
  • 25 dicembre: Santo Natale;
  • 26 dicembre: Santo Stefano;
  • 1 gennaio: Capodanno;
  • 6 gennaio: Epifania;
  • Santa Pasqua;
  • Lunedì dell’Angelo;
  • 25 aprile: Festa della Liberazione;
  • 1 maggio: Festa del Lavoro;
  • 2 giugno: Festa nazionale della Repubblica;
  • La festa del Patrono.

Sospensioni obbligatorie delle lezioni:

-    Vacanze natalizie: dal 24 dicembre al 31 dicembre e dal 2 al 5 gennaio (compresi) di ciascun a.s;

-    Vacanze pasquali, i 3 giorni precedenti la domenica di Pasqua e il martedì immediatamente successivo al Lunedì dell’Angelo di ciascun a.s. quindi da giovedì 29 marzo a martedì 03 aprile 2018 compresi.

La festa della Toscana, istituita ai sensi della Legge regionale 21 giugno 2001 n. 26, nella data del 30 novembre di ogni anno, non costituisce data di sospensione delle attività didattiche, né di chiusura delle scuole.

La Regione, facendo seguito alle disposizioni di cui all'art. 74 del Dlgs 16 Aprile 1994, n. 297 che prevede che l'anno scolastico per essere valido debba contare non meno di 200 giorni di attività didattica, indica un calendario di attività di almeno 205 giorni complessivi di attività (204 nel caso che il Santo Patrono cada nel periodo 15 settembre-10 giugno), per l’attuazione del Piano dell’offerta Formativa, nonché per permettere gli adattamenti eventualmente necessari per specifiche esigenze ambientali, ivi compresi gli  eventuali recuperi di giorni di didattica non svolti a causa di particolari eventi non prevedibili all’atto della stesura della deliberazione della Giunta regionale (calamità naturali, elezioni amministrative e/o politiche, referendum, emergenze sanitarie, ecc.).

Per quanto sopra, gli adattamenti al Calendario Scolastico non possono comunque in nessun caso prevedere una riduzione dei 205 (o 172) giorni di attività indicati, festa del Patrono esclusa.

Per l'anno scolastico 2017/18 per le scuole che svolgono attività su 5 il totale di giorni di attività didattica risultano essere 174 (173 in caso di patrono), mentre per le scuole che svolgono attività su 6 giorni settimanali i giorni a disposizione risultano essere 208 (207 in caso di patrono)

Copyright 2009-2018 by IIS Cellini ------ Webmaster: Prof. G. Rafanelli   Condizioni d'uso  Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation